Cosa aspettarsi quando la tua gatta è incinta

Forse avete letto molte pubblicazioni quando aspettavate il vostro piccolo. Ma sapete cosa succede quando il vostro felino rimane incinta? Non riempire il piatto di Fluffy con sottaceti e gelato. Basta trattarlo come la regina che è… infatti. Il processo con cui una madre gatta si prepara ad avere dei gattini si chiama “ingrossamento”. Una gatta può rimanere incinta già a 4 mesi di età, a meno che non sia stata resa sterile per impedirlo.

Le regine possono entrare in calore ogni 2-3 settimane dalla primavera fino all’inizio della muta, il che le rende pronte a riprodursi per la maggior parte del tempo. La gravidanza di una gatta dura circa 63-65 giorni. Questo significa che un gatto può avere gattini già a 6 mesi.

Sono incinte?

Il modo più efficace per scoprirlo è visitare il vostro veterinario. Può convalidare che i gattini sono incinta, così come ottenere un suggerimento di quanti, con alcuni metodi:

Sentire lo stomaco del tuo gatto è talvolta utile ma non sempre accurato.

L’ecografia può convalidare la maternità dopo il 16° giorno. L’ecografia non può dirti quanti gattini porta in grembo la tua gatta.

Le radiografie possono determinare il numero di gattini da aspettarsi, ma non sono sempre accurate, e non dovrebbero essere fatte fino a quando la gatta non è almeno 42 giorni di gravidanza – e generalmente non sono raccomandate prima dei 55 giorni.

Ci sono anche alcuni indizi a cui si può prestare attenzione.

La pancia del gatto crescerà circa trenta giorni dopo l’accoppiamento. Un altro sintomo che appare con l’avanzare della gravidanza, 2-3 settimane dopo il concepimento, è un aumento delle dimensioni dei capezzoli e il loro arrossamento (chiamato anche “pinkness”).

Curare la tua regina incinta

È insolito, ma nelle prime fasi della maternità la tua gatta può sperimentare la “nausea mattutina” che può manifestarsi come mancanza di fame o vomito. Se questo continua ad accadere, portatela dal veterinario. Quando gli ormoni aumentano e il loro utero cambia, possono mostrare segni di esaurimento. Questa fase si attenuerà una volta che queste prime settimane saranno finite.

Come molte altre donne del regno animale che portano un panino in giro per la cucina (o per un gatto, circa 4 panini per cestino), il tuo gatto può avere bisogno di cibo e calorie extra durante il periodo di gestazione.

Alla fine della gravidanza mangerà circa una volta e mezzo la sua dieta abituale, quindi si assicuri che abbia accesso alla sua dieta abituale. Il vostro veterinario vi suggerirà molto probabilmente di nutrire la vostra futura gatta con cibo per gattini o cibo progettato per felini in gravidanza e in allattamento per tutto il periodo della gravidanza e dell’allattamento.

I virus possono infettare i gattini prima che nascano, quindi assicurati che il tuo gatto sia vaccinato regolarmente. Se la tua gatta incinta ha bisogno di una vaccinazione di routine così come di una sverminazione o di un trattamento contro le pulci, o se ha bisogno di farmaci, consulta prima il tuo veterinario per assicurarti che il trattamento sia sicuro per lei. È meglio vaccinare prima della riproduzione, poiché la maggior parte dei vaccini non sono sicuri da dare durante la gravidanza.

Consigli per prepararsi al grande giorno

Rendete la vostra casa un luogo confortevole per la nascita imminente. Se di solito permettete al vostro felino di uscire, smettete di farlo, per evitare che vada in travaglio durante le sue passeggiate.

Circa due settimane prima del giorno del parto, potresti notare che il tuo gatto si comporta in modo diverso mentre entra nella fase di nidificazione. Per aiutarla, puoi cercare in casa tua un posto eccellente per partorire. Trova una scatola di medie dimensioni con una piccola apertura e coprila con carta, vecchi asciugamani e coperte morbide per creare uno spazio tranquillo per la madre e i suoi futuri gatti.

Dovresti mettere la scatola in un angolo tranquillo della tua casa. Lasciate che la vostra gatta incinta lo visiti frequentemente, prima del parto, in modo che si abitui al posto e si senta a suo agio.

Quando vedi che il gatto è ancora in modalità nido, portalo dal veterinario per la sua ultima visita prenatale. Il veterinario vi darà maggiori informazioni su come preparare il parto, controllare la salute della madre e del gattino e consigliarvi su cosa fare in caso di emergenza durante il parto.

Due indizi che il grande giorno si avvicina: le gatte normalmente smettono di nutrirsi 24 ore prima del parto e la loro temperatura scende sotto i 100 F. Riempirai quei gattini in men che non si dica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *